Home Altri sport Nuoto Gare UISP per il sincro, risultati positivi e margini di miglioramento per l’F&D H2O

Gare UISP per il sincro, risultati positivi e margini di miglioramento per l’F&D H2O

5 minuti di lettura
0
0
170

Domenica 11 marzo, presso la Piscina di Rieti, si sono disputate le gare UISP. Una competizione molto impegnativa per il settore sincro dell’F&D H2O, che però è tornata dalla trasferta reatina con tante certezze e ottimi risultati. Prime a gareggiare, per la prima volta insieme, il duo Benedetta Pirocci e Diletta Fuschi. Hanno ottenuto un punteggio non molto inferiore a chi le precede in classifica, segno di una possibile scalata se proseguirà il lavoro di precisione e attenzione ai particolari (settime in classifica). Davvero bene il doppio Linda Bagaglini/Giuli Petrilli, che scese in vasca concentrate prima della gara hanno sfoderato una brillante prestazione per tutto l’esercizio, peccando di qualche errore soltanto alla fine con un dodicesimo posto su ventitré ma dando comunque il massimo. Positiva anche la prova del doppio junior composto da Michela Gentili e Sofia Mancini, le quali, dopo aver attentamente ascoltato i consigli dell’istruttrice Silvia Canini, si sono tuffate in acqua mostrando un’ottima sincronia e migliorando il loro posizionamento in graduatoria (nove su sedici). Il trio junior (Michela Gentili, Sofia Mancini, Giulia Monti) è arrivato al terzo posto. Nel tardo pomeriggio ha gareggiato anche la squadra ragazze: nonostante l’adrenalina dovuta all’attesa, è arrivato un quarto posto – per un solo punto di distanza rispetto alle terze – e un buon esercizio, con qualche errore di sincronia da rivedere. Rispetto al lavoro precedente, tuttavia, evidenti i miglioramenti. Positivo il commento della giornata da parte del tecnico, Silvia Canini: “Il doppio ragazze Bagaglini/Petrilli non smette mai di sorprenderci, perché attira l’attenzione con la loro bella presenza e si concentra al massimo prima della gara. Anche il doppio junior, nonostante qualche sfumatura verso la fine, segue tutti i dettami e può alzare il livello: questo è l’obiettivo, possono dare ancora di più. La squadra ragazze, dopo una lunga attesa, ha resistito fino alla fine, c’è stato qualche errore di sincronia che possiamo e dobbiamo correggere, ma la grinta di queste giovani è impressionante”. Silvia Canini non ha mancato di ringraziare i genitori, che hanno assistito le sincronette e lo staff tecnico con una sportività e un supporto encomiabile. Una giornata da ricordare in ogni caso, dunque, per l’F&D H2O

Carica altri articoli correlati
Carica altri articoli di Rocco Della Corte
Carica altro in  Nuoto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Leggi anche

F&D H2O, l’ora della verità: contro il Como per la A1. Linda Minopoli: “Sta a noi dire la nostra”

Sembrava ieri che l’F&D H2O DOMUS PINSA, dopo la sconfitta di Ancona, si “arrendeva” a…