Eccellenza, 4^ giornata: Anzio-Campus Eur 2-1

0
31
Cinecittà World

Seconda vittoria in campionato per l’Anzio che, dopo le sconfitte consecutive contro Unipomezia e Lupa Frascati, torna ad assaporare i tre punti regolando al Bruschini il Campus Eur. Una vittoria speciale per il tecnico neroniano Mario Guida, colpito dal lutto per la scomparsa del padre in settimana commemorato con un minuto di silenzio e una corona di fiori deposta da capitan Rizzaro in tribuna.

LA PARTITA – Senza Garbini e con Scibilia a mezzo servizio, Guida ripropone La Monaca terzino destro e avanza D’Amato. I primi caldi e le fatiche del turno domenicale non scoraggiano le due squadre dal giocare subito su ritmi sostenuti e così le occasioni fioccano. Pronti, via e Rambaldo colpisce la traversa con un tiro-cross, sul rovesciamento di fronte Giusto entra in area, resiste ad una carica ma sbaglia la mira col destro da ottima posizione. Ancora più clamoroso l’errore di D’Amato all’8’: l’esterno approfitta di un errore di Castelluccio in difesa, entra in area e, a tu per tu con Barrago, calcia a lato con Giusto completamente libero al centro. I due spaventi consecutivi inducono il Campus Eur a mantenere un atteggiamento più prudente e a rallentare l’azione in cerca di spazi in contropiede. L’Anzio torna a farsi vivo al 35’ con Zaccaria, il cui cross taglia tutta l’area piccola e viene raccolto sul secondo palo da Giordani, che a sua volta appoggia dietro per Giusto. Il destro di prima intenzione dell’attaccante termina alto. Al 39’ il gol che sblocca la partita: Marino viene atterrato da Coccia al momento del tiro dai 25 metri, Martinelli si incarica della punizione e disegna una parabola col destro che non lascia scampo a Barrago. In chiusura di primo tempo Giusto supera due avversari e calcia alto dal limite. L’avvio di ripresa è ancora tutto di marca Anzio: al 46’ i padroni di casa reclamano un rigore per un fallo di mano di Marini, penalty che arriva poco dopo quando Rambaldo, ultimo uomo, è costretto a stendere Giordani ormai lanciato verso la porta. Dal dischetto è lo stesso Giordani a trasformare spiazzando Barrago. In vantaggio di due reti e un uomo l’Anzio gestisce ma non punge, gli ospiti prendono a poco a poco fiducia e impegnano Rizzaro al 68’ con Visconti e al 75’ con Bucur, che colpisce il palo da posizione ravvicinata. Nel mezzo due conclusioni di Giusto e D’Amato che non impensieriscono l’estremo capitolino. All’84’ Bucur riapre i giochi con un gran destro dalla distanza che non lascia scampo al capitano dell’Anzio, nel finale la squadra di Cangiano tenta il tutto per tutto ma non riesce più a rendersi pericoloso mentre, in pieno recupero, è ancora Giusto ad andare vicino al gol con un destro da posizione defilata che termina a lato. Finisce 2-1, l’Anzio aggancia l’Astrea al terzo posto alle spalle del due di testa Unipomezia-Lupa Frascati e domenica farà visita all’Indomita Pomezia, oggi corsara ad Ariccia.

ANZIO-CAMPUS EUR 2-1

MARCATORI: 39’pt Martinelli, 4’st rig. Giordani, 39’st Guiducci

ANZIO: Rizzaro, La Monaca (25’st Scruci), Zaccaria, Marino (16’st De Gennaro), Martinelli, Busti, Bencivenga, Mauro, Giusto, Scibilia (34’pt Giordani), D’Amato. A disp. Giraldi, Poltronetti, Lommi, Florio, Mirabella, Falessi. All. Guida

CAMPUS EUR: Barrago, Rambaldo, Marini, Stufa, Guiducci, Castelluccio, Coccia (7’st Bucur), Cangiano (7’st Visconti), Mastromattei (25’st Proietti), Necci (7’st D’Angeli), Menniti (7’st Capanna). A disp. Milan, Pietrini, Giorgi, Saraz. All. Cangiano

ARBITRO: Rodighiero di Vicenza
ASSISTENTI: Stotani di Viterbo – Rienzi di Tivoli

NOTE: Espulso Rambaldo al 3’st per fallo da ultimo uomo. Ammoniti: Marino, Martinelli, Coccia, Necci, D’Angeli. Angoli: 5-6. Recupero: 5’st

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.